giovedì 29 novembre 2012

New Dusty Project

As I said some days ago, the new project is an italian classic: a VESPA PK XL from 1983.
We work a lot.. night, saturday and sunday but the work is giving as a lot of satisfaction.
We didn't only restore this vespa (too easy!) we give it new line, new color. 
If we compare it to the Vespa "special" or the "R" models, those one will look more pretty than the PK, so we make a reinterpretation of  the vintage style of this ungainly model. 
The only pictures I have now was made with an Iphone and it wasn't good so I decide to use some photoshop effect to make it usefull and to hide some little particulars that I'll show you when it will be complitely done 


Come ho anticipato qualche giorno fa, il nuovo progetto è un classico italiano: una vespa PK XL del 1983
Abbiamo lavorato molto... notte, sabato e domenica ma il lavoro ci sta dando molte soddisfazioni.
Non abbiamo solo restaurato la vespa (troppo facile!) le abbiamo dato una nuova linea, nuovi colori. 
Se la confrontiamo con una Vespa "special" o con i modelli "R", questi risultano molto più belli di una PK, così abbiamo effettuato una reinterpretazione dello stile vintage di questo goffo modello.
Le uniche foto che ho adesso sono state fatte con un Iphone e non sono molto buone quindi ho deciso di usare degli effetti di photoshop per renderle utilizzabili e per nascondere qualche particolare che vi mostrerò  quando il lavoro sarà ultimato. 

  





Norton FEATHERBED, Thruxton 865 By Lars Lykkegaard











sabato 24 novembre 2012

Tutorial: Come realizzare una sella monopostro per ducati monster

QUI DI SEGUITO UN FANTASTICO TUTORIAL TROVATO SU UN NOTO FORUM (FONTE IN FONDO ALL'ARTICOLO)

Ho da poco pubblicato le foto della mia "ragazza" e qualcuno mi ha chiesto dettagli sul codone così ho pensato di pubblicare un report fotografico sui lavori che ho eseguito per la realizzazione: 

..prima di tutto ho fissato lo scatolato munito di perno alla sella monoposto, utilizzando così la chiusura di serie.. 




...utilizzando un cartone spesso ho iniziato a sagomare la base del codino.. 


...quì ho iniziato con il profilo...dopo mi sono accorto che avevo esagerato (sembrava un baule), e l'ho abbassato.. 






...quì ho cominciato a chiudere 


...ed ecco pronto il volume per la realizzazione del modello in gesso 





...ho proceduto con la prima colata di gesso per il negativo dello stampo. 
...per prima cosa ho "celofanato" tutto con la pellicola che si usa per impacchettare e riposto dentro il cassettone... 




...ho eliminato gli angoli perchè in questa prima fase non m'importa la resistenza dello stampo.. 


...et voilà colata fatta.....mi avevano detto che il gesso doveva essere denso a tal punto da colare, ma una cosa è sentirlo dire ed una cosa è poi cercare di farlo...risultato ho impastato con la frusta quando ho pensato che era denso al punto giusto il tempo di posare il trapano con la frusta e prendere il secchio ed eccomi quasi ribaltare per il contraccolpo perchè ragazzi ERA GIA' DIVENTATO UN MATTONE :affraid: ....quindi ho ripetuto e quasi ancora liquido l'ho versato a piccole dosi 


...dopo un paio d'ore ho sformato e questo è il risultato, sembra una schifezza ma era quello che mia spettavo, l'idea di passare due strati di pellicola si è rivelata giusta perchè con tutte quelle crepe col Kaiser che lo tiravo fuori.... 


...ecco il risultato di 75 kg di gesso......riempito il negativo.. 


...et voilà ecco pronto in gesso quello che avevo preparato con il cartone, anche se sembra una schifezza (ma tanto adesso viene il bello) 





Comincia la "scultura" con spatola e spazzola d'acciaio...... 

















.....un tocco di colore, per "pareggiare" meglio, 










e poi via con il controstampo in resina.... 

.....innanzitutto i materiali 

resina epossidica, spettacolare soprattutto perchè quasi inodore.. 


tessuto fibra di vetro 200 gr Twill 


film distaccante non forato, è uguale a quello forato ma io l'ho utilizzato come "distaccante".. 


fibra di vetro mat 375 gr 


comune diluente nitro per lavare il pennello 


quì lo stampo bello celofanato... 


quì ho messo il primo strato di tessuto, non appena inzuppato si plasma che è un piacere (ma quelle bolle bastarde volevano cominciare ad uscire) 


quì completo di mat e contro strato di tessuto...il tutto imbustato per il sottovuoto 



....allora prevedendo che lima di quà e lima di là, avrei rimpicciolito a tal punto lo stampo tanto da farlo diventare più pic colo della dimensione reale, quando ho fatto il vuoto sono stato attento a non creare pieghe alla busta mentre si ritirava e coperto di tessuto Twill tutto.....infatti era come avevo previsto....e questo è il risultato.... 


...quì ho cominciato a togliere il superfluo... 




...poi ho dato una mano di colore per prepararlo al "trucco"-stucco..... 








...realizzato l'attacco al serbatoio e aspettato che la resina asciugasse, rendendo il tutto un pezzo intero, ho dato una mano di stucco poliestere... 


una volta finito il lavoro sporco per la veriniciatuta l'ho portato da un carozziere e 
..ECCOLO!!!!!!!! finalmente è ritornato a casa pronto per essere messo sù..... 








...per concludere...mi sono ispirato a questo...... 


Spero di non essermi dilungato molto.....buona strada. 



RISULTATO FINALE






FONTE:  www.motoclub-tingavert.it/t666874s.html